vai al contenuto della pagina vai al menu di navigazione
 

Il XX secolo

La raccolta di strumentazione più moderna proseguì sia negli anni tra le due guerre, quando direttore dell'Istituto fu Quirino Majorana (1871-1957), sia nel secondo dopoguerra, e divenne sistematica con la rinascita del Museo di Fisica, avvenuta di fatto nel 1977 e riconosciuta ufficialmente nel 1982. Fondatore e attuale Responsabile del Museo è il prof. Giorgio Dragoni, docente di Storia della Fisica dell'Università di Bologna. L'attività di recupero e catalogazione compiuta nell'ultimo ventennio ha portato all'acquisizione di una grande quantità di materiale antico e moderno proveniente da istituzioni e da collezioni private. Tra gli oltre tremila esemplari raccolti figurano strumenti dell''800, bilance, microscopi, proiettori, macchine fotografiche e cinematografiche, sistemi di stampa, strumenti utilizzati in fisica nucleare e subnucleare, fisica medica, mineralogia, sismologia, astrofisica e radioastronomia, elettronica e telecomunicazioni.

Contatti

Giorgio Dragoni

Professore a contratto

Dipartimento di Fisica e Astronomia

via Irnerio 46

tel: +39 051 20 9 1099